Il pianoforte

Ci sono diversi siti web sui pianoforti e la nostra intenzione non è quella di sostituire Wikipedia, ma vi daremo tutte le informazioni necessarie su questo strumento. Informazioni di qualità, sia che tu stia cercando un pianoforte o una tastiera da acquistare, sia che tu stia cercando risorse per imparare a suonarla. Quindi andate avanti, a parte tutte le informazioni che troverete se continuate a leggere l’articolo avete maggiori informazioni i seguenti link.

Il pianoforte è uno strumento armonico classificato come tastiera e corda a percussione. Ma non è considerato uno strumento a percussione di per sé, anche se in certi ambienti c’è un certo dibattito. Anche se ovviamente non possiamo lasciare la tipica domanda senza risposta:

Chi ha inventato il pianoforte? Il pianoforte come lo conosciamo è stato inventato intorno al 1700 da Paduano Bartolomeo, anche se già esistevano strumenti simili che possono essere considerati antenati come il Clavicordo. Anche se questo argomento e altre curiosità saranno trattati in un post più lungo per non farne un post così lungo.

Ma questo strumento è cresciuto nelle sue funzioni e possibilità. Trasformandola in un elemento vitale per qualsiasi musicista di un certo livello o che voglia evolversi nella musica.

Il pianoforte è probabilmente lo strumento armonico più versatile. Poi permette di suonare in formato solista suonando la melodia allo stesso tempo come una linea armonica o di accompagnare altri strumenti solisti con basi armoniche e accordi come può fare una chitarra. Ma non possiamo dimenticare un’altra funzionalità vitale, è uno strumento di composizione di base.

 

Il pianoforte è uno strumento di composizione molto più facile e più visivo di altri strumenti armonici come la chitarra.

Qualsiasi insegnante di musica……..

Ecco perché imparare a suonare il pianoforte o avere una tastiera a casa è così utile. Quando devi suonare un accordo per vedere come suona quella canzone nella tua testa, è molto più facile suonarla sulla tastiera del pianoforte che su una chitarra.

Nel pianoforte è sufficiente conoscere le note della tastiera e quelle che compongono l’accordo, è molto più visivo. Con un po’ di conoscenza si può comporre e con la chitarra alcune posizioni per vari accordi sono molto complesse e comporre diventa un compito molto più difficile.

E’ per questo motivo che il pianoforte viene sempre insegnato come strumento aggiuntivo al conservatorio. Quindi, se sei autodidatta, è molto interessante che tu acquisisca alcune conoscenze di base di questo strumento per poter sperimentare molto di più nelle tue composizioni e portarle ad un altro livello.

Ti ho parlato del pianoforte, è uno strumento fantastico. Ora per mettervi un po’ di più parleremo dei tipi di pianoforti e tastiere che avete a vostra disposizione.

Tipi di pianoforte.

Ci sono diversi tipi di pianoforte tra cui scegliere e senza dubbio una delle variabili che li differenzia è la dimensione che occupano. Dal grande pianoforte a coda su cui un cantante può sdraiarsi alla tastiera elettronica che puoi avere in una piccola stanza di casa tua.

piano types
  • Pianoforte a coda: Il più grande e più lungo, è quello utilizzato nei grandi concerti, ha una grande presenza e un alto valore estetico, e di solito godono del miglior suono. Anche se molto ingombrante perché il suo peso supera normalmente i 300 kg, quindi non è una buona scelta per lasciare una sessione di marmellata…..
  • Pianoforte verticale: in realtà è un pianoforte verticale e tutto il suo meccanismo è disposto con questa disposizione in mente. Sono più facili da collocare nelle case e nei luoghi. Quindi tendono ad essere i più venduti, anche se sono ancora molto pesanti e possono facilmente raggiungere i 200 kg.
  • Pianoforte digitale o tastiera elettronica: Oggi l’opzione più versatile sia per la sua portabilità che per il suo prezzo. Il loro suono è migliorato molto e le tastiere ponderate hanno quasi la sensazione di suonare un pianoforte meccanico. Oggi è l’opzione più scelta per ovvie ragioni.

Pianisti di prim’ordine preferiranno sempre il piacere di suonare su un pianoforte a coda, perché il suo tocco e il suo suono sono impareggiabili (così come il suo prezzo), ma oggi molte persone sono innamorate delle tastiere elettroniche, perché apre anche un mondo della musica moderna.

Tastiere elettroniche e pianoforti elettronici possono aprire la mente a suoni che non sono possibili in un pianoforte a coda e verticale. Essendo elettronici avete molti effetti e complementi che vi permetteranno di giocare a Funk, Electroswing…..

Herbie Hancock with Keyboards

Herbie Hancock con tastiere

C’è molto da raccontare sui pianoforti e i loro tipi, potete saperne di più al seguente link

CONFIG_post_post_grid__{“display”:”grid”,”grid_layout”:”orizzontale”,”colonne”:”3″,”text_type”:”summary”,”read-more-text”:”Leer m_tveutf8_00e1s”,”image-height”:”200″,”font-size”:”20″,”text-line-height”:””,”teaser_layout”:{“featured_image”:true”,”titolo”:”true”,”testo”:”false”,”read_more”:”true”},”layout”:[“featured_image”,”title”,”text”],”orderby”:”date”,”orderby”:”date”,”orderby”:”DESC”,”recent_days”:”0″:”0″,”posts_per_page”:”10″,”content_types”:[“post”],”filters”:{“categoria”:[“””,”Tipi di pianoforte”],”tag”:””,”imposta”:””,”autore”:”””,”post”:[“”]},”azione”:”tcb_editor_ajax”,”custom”:”post_grid”,”nonce”:”f3a60caea2″,”post_types”:{“post”:”true”,”page”:”false”,”attachment”:”false”,”custom_css”:false”,”customize_changeset”:”false”,”forum”:”false”,”topic”:”false”,”reply”:”false”,”td_nm_notification”:”false”,”wpcf7_contact_form”:”false”,”feedback”:”false”},”security”:”62f3325cb0″,”exclude”:”1027″,”item_title_class”:””}__CONFIG_post_post_post_cb0″,”item_title_class”:””}__CONFIG_post_post_post_post_class”:”]

Imparare il pianoforte e la tastiera digitale

Molte persone si pongono diverse domande quando si pensa di suonare il pianoforte. Abbiamo bisogno di lezioni? Possiamo imparare da soli? E’ necessario leggere i punteggi?

Ci sono molti pianisti che hanno imparato l’autodidatta e ci sono molte opere scritte semplicemente mostrando il tasto da premere sul pianoforte. Sono persone che hanno imparato a suonare ad orecchio, cosa molto comune nei chitarristi. Pianisti famosi come Richard Rodgers ha iniziato a suonare semplicemente sperimentando con il pianoforte e improvvisando.

Richard Rodgers aprendió inicialmente improvisando

Il pianoforte ha alcuni innegabili vantaggi che sono quanto sia facile vedere le note e che è sufficiente premerle perché il pianoforte suoni bene (se è ben accordato). Questo rende più facile sperimentare con lui.

Naturalmente, non tutti sono in grado di imparare a suonare un pianoforte da soli, perché questo richiede una grande forza di volontà e un autoapprendimento intelligente.

Prendendo le classi costa soldi e se potete permettervi questo sarà sempre un vantaggio, perché eviterà blocchi e farà progressi più velocemente, oltre ad evitare vizi quando si tratta di toccare che può essere pericoloso e causare lesioni se si studiano molte ore.

Le tastiere per pianoforte e altre tastiere musicali hanno aperto un altro modo molto interessante di apprendere, una via di mezzo tra l’apprendimento faccia a faccia e l’autodidatta e molto più economico. Una tastiera digitale può essere collegata a un computer, in modo che alcuni software di apprendimento progressivo possano aiutarci e andare avanti ad un buon ritmo.

Come potete vedere, c’è un sacco di argomenti da trattare nell’apprendimento del pianoforte. E abbiamo un’intera sezione in cui vi daremo informazioni sugli argomenti trattati in precedenza. Discuteremo i modi migliori per imparare a suonare il pianoforte da soli, consigli per la scelta di un insegnante, tutorial che ti piacerà, come evitare infortuni e le nuove tendenze della computer music per l’apprendimento del pianoforte. Clicca sul seguente link se vuoi saperne di più sull’argomento.

CONFIG_post_post_grid__{“display”:”grid”,”grid_layout”:”orizzontale”,”colonne”:”3″,”text_type”:”summary”,”read-more-text”:”Leer m_tveutf8_00e1s”,”image-height”:”200″,”font-size”:”20″,”text-line-height”:””,”teaser_layout”:{“featured_image”:true”,”titolo”:”true”,”testo”:”false”,”read_more”:”true”},”layout”:[“featured_image”,”title”,”text”],”orderby”:”date”,”orderby”:”date”,”orderby”:”DESC”,”recent_days”:”0″:”0″,”posts_per_page”:”10″,”content_types”:[“post”],”filters”:{“category”:[“”,”Learn piano”],”tag”:”:””,”tax”:””,”author”:”””,”posts”:[“”]},”action”:”tcb_editor_ajax”,”custom”:”post_grid”,”nonce”:”f3a60caea2″,”post_types”:{“post”:”true”,”page”:”false”,”attachment”:”false”,”custom_css”:false”,”customize_changeset”:”false”,”forum”:”false”,”topic”:”false”,”reply”:”false”,”td_nm_notification”:”false”,”wpcf7_contact_form”:”false”,”feedback”:”false”},”security”:”62f3325cb0″,”exclude”:”1027″,”item_title_class”:””}__CONFIG_post_post_post_cb0″,”item_title_class”:””}__CONFIG_post_post_post_post_class”:”]

Il pianoforte elettronico e le tastiere

Abbiamo già parlato un po’ di lui nelle sezioni precedenti, ma la rapida evoluzione della tecnica ci fa dedicare un’intera sezione a lui.

I primi pianoforti elettrici risalgono all’inizio del XX secolo, ma il vero sviluppo delle tastiere elettroniche e dei sintetizzatori è avvenuto soprattutto negli anni Settanta. Tenete presente che il sintetizzatore è semplicemente un dispositivo che emette un suono. E se una tastiera è accoppiata ad essa sarebbe una tastiera un sintetizzatore, ma i pianoforti non sono tastiere se non hanno almeno 88 tasti. Qual è il numero minimo di tasti che di solito ha un vero pianoforte.

Se avete già una parete o un pianoforte a coda a casa da studiare, ovviamente per questo sarà sempre l’opzione migliore, perché il tocco e il suono saranno sempre reali e che il suono sarà prodotto da corde e amplificato dalla tavola armonica di esso. Pianoforti digitali cercano di imitare i veri pianoforti. Non dimenticarlo.

Anche se, come abbiamo accennato nella sezione di apprendimento oggi i pianoforti digitali offrono una connessione molto potente al computer e possibilità di suono. Sia per l’apprendimento che per la produzione musicale. E i pianoforti meccanici hanno bisogno di un modulo sonoro extra per digitalizzare il loro segnale sonoro. E questo modulo è solitamente costoso, sia che il pianoforte venga montato di serie o che venga montato successivamente.

Alcuni vantaggi di un pianoforte elettronico:

  • Uscita audio digitale in vari formati: creando la possibilità di registrare o registrare con notazione musicale ciò che si sta suonando con l’apposito software.
  • Portabilità: Molti sono portatili e leggeri, il che rende più facile dare concerti di piccolo e medio formato riducendo i costi e aumentando i profitti.
  • Prezzo: Sono significativamente più economici rispetto ai pianoforti a montante o a coda meccanici.
  • Imparare: L’uscita digitale del suono al computer ci permette anche di utilizzare un software di apprendimento per suonare il pianoforte.

Le tecnologie dei pianoforti elettronici o digitali sono notevolmente aumentate e ogni volta che il tocco e il suono sono più simili a quelli di un pianoforte meccanico. Se è possibile studiare con una colla o un modello a parete ogni volta che è possibile, ma i modelli digitali sono un’opzione molto praticabile oggi. Molte persone studiano con uno a parete, ma poi hanno una tastiera elettronica da portare alle esibizioni.

Un pianoforte elettronico è uguale a una tastiera MIDI e a un sintetizzatore?

Ok, un’altra domanda importante. Il MIDI è un tipo di uscita sonora che le tastiere devono collegare al computer e interagire con vari software. Ciò significa che sia un pianoforte digitale che una tastiera possono avere un’uscita MIDI.

Il pianoforte digitale (o pianoforte elettronico) si differenzia da una tastiera MIDI e da un sintetizzatore essenzialmente per il numero di tasti e il loro contrappeso per dare la sensazione di suonare un vero pianoforte. La tastiera MIDI, invece, è progettata per connettersi al computer, non per studiare musica o fare lavori pianistici. Come vedremo, la tastiera MIDI non emette suoni e la tastiera del sintetizzatore sì.

Un pianoforte digitale di solito ha almeno 88 tasti e abbastanza voci per poter suonare qualsiasi lavoro musicale. La tastiera non pianistica (tastiera MIDI o sintetizzatore) ha meno tasti e non sono pesati. Le tastiere con meno di 88 tasti potrebbero essere chiamate tastiere musicali a secco, se volete saperne di più sui pianoforti digitali visitate il nostro prossimo link:

CONFIG_post_post_grid__{“display”:”grid”,”grid_layout”:”orizzontale”,”colonne”:”3″,”text_type”:”summary”,”read-more-text”:”Leer m_tveutf8_00e1s”,”image-height”:”200″,”font-size”:”20″,”text-line-height”:””,”teaser_layout”:{“featured_image”:true”,”titolo”:”true”,”testo”:”false”,”read_more”:”true”},”layout”:[“featured_image”,”title”,”text”],”orderby”:”date”,”orderby”:”date”,”orderby”:”DESC”,”recent_days”:”0″:”0″,”posts_per_page”:”10″,”content_types”:[“post”],”filters”:{“category”:[“Digital Piano”],”tag”:”””,”tax”:””,”author”:”””,”posts”:[“””]},”action”:”tcb_editor_ajax”,”custom”:”post_grid”,”nonce”:”f3a60caea2″,”post_types”:{“post”:”true”,”page”:”false”,”attachment”:”false”,”custom_css”:false”,”customize_changeset”:”false”,”forum”:”false”,”topic”:”false”,”reply”:”false”,”td_nm_notification”:”false”,”wpcf7_contact_form”:”false”,”feedback”:”false”},”security”:”62f3325cb0″,”exclude”:”1027″,”item_title_class”:””}__CONFIG_post_post_post_cb0″,”item_title_class”:””}__CONFIG_post_post_post_post_class”:”]

La tastiera MIDI

Le tastiere MIDI sono destinate ad essere uno strumento per aiutarci a fare o elaborare la musica con il computer. Nella tastiera suoneremo le note e gli accordi che verranno digitalizzati e attraverso l’interfaccia MIDI arriveranno al computer. E ‘quindi il computer con il software appropriato che genererà ed elaborare il suono.

Sulla tastiera MIDI ciò che conta è poter suonare le note, non importa il tocco del tasto, o se si può suonare più o meno forza. Né importa il numero di ottave perché più avanti nel computer saremo in grado di modificare e trasportare le note. L’obiettivo non è quello di suonare un brano musicale a due mani.

Questi tipi di tastiere MIDI sono spesso utilizzate nella composizione di musica computerizzata e nella produzione musicale. Ben collegato al computer può essere qualsiasi cosa tu voglia, da una semplice tastiera a qualsiasi strumento grazie agli effetti di synth. Tutto dipende dall’avere il software giusto.

Se volete saperne di più su questi dispositivi, effetti e curiosità vi lasciamo la nostra sezione dedicata a loro nel seguente link:

CONFIG_post_post_grid__{“display”:”grid”,”grid_layout”:”orizzontale”,”colonne”:”3″,”text_type”:”summary”,”read-more-text”:”Leer m_tveutf8_00e1s”,”image-height”:”200″,”font-size”:20″,”text-line-height”:””””,”teaser_layout”:{“featured_image”:”true”,”title”:”true”,”text”:”false”,”read_more”:”true”},”layout”:[“featured_image”,”title”,”text”],”orderby”:date”,”order”:”DESC”,”recent_days”:”0″,”posts_start”:”0″,”posts_per_page”:”10″,”content_types”:[“post”],”filters”:{“category”:[“”,”MIDI Keyboards”],”tag”:”””:””,”tax”:”””,”author”:””,”post”:[“””]},”action”:”tcb_editor_ajax”,”custom”:”post_grid”,”nonce”:”f3a60caea2″,”security”:”62f3325cb0″,”exclude”:”1027″,”item_title_class”:””}__CONFIG_post_grid__